Ho conosciuto le Piccole Sorelle del Vangelo nel marzo del 2005, a poche settimane dalla morte di mia madre.
Vivevo un periodo di grande disorientamento e difficoltà, incontrarle è stato per me motivo di gioia e di speranza.
Siamo diventate subito amiche, stavo bene con Carla e Lidia, poi sono arrivate Marta, Elisa, Carmen, Anna, e Carla che veniva da Foggia.

Ci incontravamo spesso, scambiandoci anche idee e progetti per la nostra Parrocchia.
Avevo sentito parlare di Frère Charles de Foucauld ma non sapevo nulla di lui, della sua vita. Le Piccole Sorelle del Vangelo me lo hanno fatto conoscere e sarò loro sempre grata per questo. Sono rimasta affascinata dalla sua storia, dalla sua umiltà, dal suo amore per il Signore, dalla sua testimonianza di fede e di fraternità con le popolazioni musulmane del deserto. L’ho sentito subito molto vicino anche perché ho sempre amato il deserto, una presenza forte e significativa nella mia infanzia e adolescenza, e gli amici musulmani, essendo nata e cresciuta in Egitto.

Ho condiviso con le Piccole Sorelle tante amicizie care, tante belle esperienze, iniziative comunitarie, il volontariato in carcere. In seguito ho iniziato a frequentare la Fraternità Secolare di Bari-Matera-Mottola, incontrando nuove persone con le quali condividere e approfondire la spiritualità del Beato Charles de Foucauld.

Da qualche tempo  le Piccole Sorelle del Vangelo hanno lasciato Bari per proseguire la loro missione a Torino. Mi è dispiaciuto molto separarmi da loro, ma la nostra amicizia è viva più che mai, è sempre una gioia risentirci al telefono, ritrovarci in qualche occasione, sentirci comunque famiglia nella condivisione della fede e della preghiera.

AnnaMaria Cislaghi

Categorie: Notizie

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *